NOTIZIE

    English   Home   Prodotti     Dove siamo   Contatti  Fotografie  

 

La  storia

L’azienda agricola Mambrini esiste da sempre, si è formata negli anni grazie alle fatiche dei nostri antenati che sono riusciti, con il lavoro nei campi, a mettere insieme, con tanti sacrifici, quello che oggi compone l’azienda di famiglia. Infatti la nostra azienda è molto atipica, perché è formata da vari appezzamenti di terreno nei dintorni di Poggio Murella.

Abbiamo un uliveto che possiamo definire secolare, e altri due più giovani, l’ultimo dei quali è stato impiantato da babbo Silvano in una zona dove esisteva un altro impianto più vecchio.

Il vigneto lo abbiamo sempre avuto, certo prima era molto piccolo, per il fabbisogno familiare o poco più, poi intorno alla fine degli anni 60, nonno Rino ha realizzato un altro impianto ancora oggi in produzione e pochi anni dopo ha acquistato un altro appezzamento di terreno con vigneto che ancora adesso continua a produrre.

La svolta agricola è avvenuta anni fà quando sono riuscito a trovare le quote viticole che potevano realizzare il mio sogno, diventare un produttore di vino.

Successivamente con Raffaella, la mia compagna, oggi mia moglie, abbiamo ristrutturato la cantina ed abbiamo fatto la prima vinificazione, seguiti dall'enologo.

La vendemmia viene eseguita scrupolosamente a mano, riponendo i grappoli in piccole cassette, in modo da far arrivare in cantina l’uva perfettamente integra e sana.

La nostra azienda utilizza il metodo di coltivazione BIOLOGICO Certificato.

Per il futuro abbiamo altri progetti e obbiettivi da raggiungere………ma per questo vi terremo informati.

 

 

Il Francesino

 

E' un vitigno a bacca bianca presente nei nostri vecchi vigneti. Qui in paese i vignaioli lo chiamano "Francesino" ma fra i vitigni conosciuti, o meglio più diffusi, non si trova. Sono anni che mi incuriosisce sapere quale sia il suo vero nome, perchè è un patrimonio vitivinicolo che non vorrei perdere, dato che il vino bianco si impreziosisce con la vinificazione di questa uva. E' un uva leggermente aromatica, con l'acino piccolo, leggermente allungato, di colore verde tendente al giallo quando è maturo. La sua foglia è pentalobata, abbastanza piccola e leggermente lanugginosa sul retro. Ho fatto delle ricerche, ma non sono riuscito a trovare niente che assomigli a questa uva e nessuna notizia in merito. Addirittura sembra che fuori da Poggio Murella nessuno coltivi questo vitigno e anche in paese oramai siamo rimasti in pochissimi. Eppure in paese tutti sanno che il "Francesino" fa miracoli al vino. E’ un vitigno che si coltiva con difficoltà, perchè ha una maturazione tardiva, quindi in tanti negli anni lo hanno abbandonato per vitigni che sono più diffusi, con maturazione precoce e facili da gestire. Intanto ho la certezza che il "Francesino" è un valore aggiunto per il nostro vino bianco, per i suoi profumi unici, intensi e per il gusto piacevole.

 

Il Francesino - seconda parte

 

Dopo varie ricerche siamo arrivati all'analisi del DNA e la risposta alla domanda qual'è il vero nome del Francesino adesso c'è. Si tratta di Clairette Blanc vitigno francese coltivato ormai in modo marginale nella bassa valle del Rodano e in alcune zone della Provenza. In Italia oltre che a Poggio Murella (GR) viene coltivato solo in piccole quantità nella val di Cornia, vicino a Suvereto (LI). Ovviamente adesso che sappiamo di cosa si tratta andremo avanti con le nostre ricerche per sapere di più su questo vitigno chiamato Clairette Blanc, ma per noi il suo nome rimarrà affettuosamente: "Francesino". Se possibile cercherò qualche altro produttore per confrontare il suo vino con il nostro e per cercare di rilanciare questo vitigno che, nei nostri terreni, funziona veramente molto bene. Intanto il prossimo inverno 2013-2014 pianteremo un nuovo vigneto dove ci saranno piante di Francesino che sono state innestate da un vivaio con "marze" (innesti) provenienti dai nostri vecchi vigneti. Se qualcuno ha altre notizie sul Francesino, sia uva che vino, saremmo felici di riceverle.

 

 

I nomi dei nostri vini

Ogni nome dei nostri vini ha un perchè. Per molti saranno cose banali, ma noi siamo romantici e attaccati alle nostre tradizioni, quindi per un motivo o per l'altro sono stati chiamati così:

DAMANTO Questo nome è in ricordo di nonno Rino. E' a lui, che amava così tanto il vigneto, che dedichiamo questo vino. Lui usava questa parola come aggettivo superlativo per qualsiasi cosa. Ad esempio al momento della svinatura quando assaggiava il vino nuovo diceva con aria di compiacimento "ah quest'anno il vino è damanto", per dire che era molto buono. Oppure poteva usare questa parola come sinonimo di forza, di bellezza, di intelligenza. Insomma quando una cosa gli piaceva tanto e ne era orgoglioso lui diceva "è damanto".

SAN BERLERO Quando abbiamo svinato la prima volta, per fare il vino da imbottigliare, avevo in cantina un calendario dove ogni giorno c'erano riportati tantissimi nomi dei santi. Quel giorno fra i vari nomi c'era riportato San Berlero. Rimasi colpito da questo nome, mi piacque subito. Lo trovai assonante con una cosa da bere. Adesso lo riteniamo il patrono della nostra cantina e dei nostri vini.

FRANCESCONE Il nome per questo vino bianco è stato l'ultimo a venir fuori. La spiegazione del nome alla fine è semplice. Le uve bianche migliori vengono prodotte in un nostro appezzamento di terreno che si chiama FRANCESCONE. Era d'obbligo chiamare così anche il vino.

SAN ROSE' ci abbiamo pensato tanto, ma finchè non lo abbiamo assaggiato non è venuto in mente nessun nome, ma a quel momento abbiamo detto "quanto è buono, bisognerebbe farlo santo" e da questa frase è diventato San Rosè.

POGGIO VENTOSO Se ci venite a trovare in cantina capirete il perchè di questo nome. Sulla nostra collina il vento non manca mai e l'altra particolarità è che dalle nostre parti la collina si chiama Poggio. E' stato facile mettere insieme le due cose.

Ma questa storia non finisce qui......

In futuro, avremo altri vini da proporre e altri nomi da raccontare. Seguiteci e ne berrete delle belle! Alla salute di tutti!

 

I tonneaux

Se avete letto la nostra pagina dei prodotti, avrete notato nella parte che riguarda il DAMANTO, la frase: "viene travasato nei tonneaux dove rimane a maturare per almeno 1 anno".  Ma questi tonneaux cosa sono?  Spesso sentiamo dire del vino "barriccato" cioè vino affinato in barriques. Le barriques sono botti di rovere che hanno la capacità di 225 litri e conferiscono al vino forti sentori di legno, in particolare se le barrique sono nuove. Il tonneaux invece è una botte in rovere più grande. La sua capacità è di 500 litri e questo fa maturare ottimamente il vino conferendogli dei sentori di legno appena sensibili, ma allo stesso tempo grande armonia di sapori, profumi e quella stabilità che consente al vino di mantenere le sue caratteristiche per alcuni anni.

 

Novità dalla Vendemmia 2008

Il momento si avvicina, siamo in trepida attesa, perchè da questa vendemmia nasceranno altri due nostri prodotti. Per ora non mi voglio sbilanciare troppo, ma vi posso dire che uno sarà un monovitigno rosso, l'altro sarà una sapiente miscela di tre vitigni bianchi....   In questo momento non vi posso dire quando questi vini saranno messi in commercio, o come si chiameranno e le loro caratteristiche, ma in un futuro oramai molto prossimo ci sarà da brindare ai nuovi nati ......  A presto!

Dicembre 2008 :   Oramai ci siamo i nuovi nati sono nei serbatoi.....  Aspettiamo fiduciosi, ma senza fretta. I vini hanno bisogno dei loro tempi per maturare bene e diventare speciali. Ci vuole pazienza ......

 

2009 Iniziamo a diversificare

Dal 2009 abbiamo iniziato a fare prodotti nuovi per diversificare e non fare solo vino.

Fra i nuovi prodotti abbiamo lo ZAFFERANO PURO in stigmi. L'emozione che da questo prodotto al momento della raccolta è veramente forte. Quando arrivi all'appezzamento di terreno e vedi la distesa di fiori si rimane incantati. Già, fiori, perchè per chi  non lo conosce, lo Zafferano è lo stigma del fiore prodotto della pianta Crocus Sativus. ..........

2010 i Passiti sono pronti

Nel 2010 finalmente abbiamo imbottigliato anche i passiti. Uno è fatto con Aleatico in purezza (Passito Rosso) e l'altro è un Passito Bianco fatto con uve Traminer, Viogner e Sauvignon. Potete trovare informazioni più approfondite alla pagina Prodotti.

2011  vinificato il Rosato

Con la vendemmia 2011 abbiamo prodotto un altro vino, si tratta di un Rosato. Appena sarà pronto lo imbottiglieremo e lo aggiungeremo nella pagina dei prodotti.

2012  vinificato il Poggio Ventoso

Il 2012 è stata un'annata difficile per la siccità e il vigneto ha sofferto, ma ci ha comunque regalato le uve Sangiovese e Merlot con caratteristiche enologiche interessanti e quindi insieme all'enologo abbiamo provato un altro sistema di vinificazione. Così nasce il Poggio Ventoso.

2012  Premio per i vini Passiti

A novembre del 2012 partecipiamo alla Mostra Internazionale dei vini Passiti e da meditazione che si svolge in Italia vicino a Bologna. In questa mostra i nostri passiti vengono premiati con degli attestati di merito conferendo come punteggio 3,5 corone al Passito Aleatico e con 4 corone al Passito Bianco. Nella sezione Fotografie si possono vedere gli attestati.

 

2013  vigneto nuovo - progetto

E' partito il nuovo progetto. Impianteremo un nuovo vigneto, se possibile già a Novembre 2013 e il Francesino ci sarà. In mente abbiamo già un altro vino da produrre, ma adesso bisogna avere pazienza, dovremo aspettare le uve del nuovo vigneto. Intanto chissà ....

2014  vigneto nuovo realizzato

Il nuovo vigneto è stato realizzato combattendo contro la pioggia e il fango che hanno reso difficile i lavori. Adesso aspettiamo che le nuove piantine crescano. Noi intanto cerchiamo di coltivarle nel miglior modo possibile.

2014 VINIFICAZIONE BIOLOGICA

Nel 2014 una sola novità non bastava e l'impianto di un nuovo vigneto non è una cosa da poco. Ma dopo le prove fatte con microvinificazioni nel 2013, siamo passati alla vinificazione di tutte le uve con metodo biologico, seguendo il disciplinare, e facendo fermentare le uve con i loro lieviti indigeni (senza lieviti aggiunti). Adesso i vini biologici stanno facendo l'affinamento nei serbatoi e si stanno evolvendo. Le premesse sono buone, aspettiamo fiduciosi.

 

 

 

        Link utili

           

            METEO

            GOOGLE

            PAGINE BIANCHE

            VIAMICHELIN - CARTINE STRADALI - MAPPE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    English   Home   Prodotti     Dove siamo   Contatti  Fotografie